Il GATM è un’associazione che ha lo scopo di promuovere e divulgare in Italia nuove conoscenze analitiche e teoriche in campo musicale, mantenendo rapporti con tutti coloro che sono interessati all’argomento. Un altro scopo importante è quello di collaborare con le altre società analoghe esistenti in Europa e fuori Europa. Il GATM ha sede presso il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna, in via Barberia 4.

Ogni interessato può diventare membro dell’Associazione semplicemente abbonandosi alla Rivista di Analisi e Teoria Musicale, e partecipare in prima persona all’organizzazione delle sue attività.

Leggi tutto: Gruppo Analisi e Teoria Musicale
 

Domenica 12 Marzo 2017, alle ore 11.00 presso la Fondazione Liszt (Bologna, via Righi 30) è convocata l’Assemblea Annuale del GATM per discutere il bilancio consultivo e preventivo, nonché le iniziative e le attività dell’Associazione.

Successivamente, alle ore 12.30 circa, è previsto un Comitato Scientifico allargato a tutti i docenti e i partecipanti del Master in Analisi e Teoria Musicale. L’obiettivo dell’incontro è condurre una riflessione sulle caratteristiche didattiche e organizzative del Master anche in previsione di una sua riproposizione e di uno sviluppo dell’iniziativa. La riunione sarà preparata dal gruppo che si è incaricato in questi anni di gestire l'aspetto didattico e organizzativo (Egidio Pozzi, Mario Baroni, Lello Gallotti, Antonio Grande e Massimiliano Locanto) e sarà introdotta da due relazioni: la prima, svolta da Egidio Pozzi, riguarderà lo svolgimento delle prime tre edizioni (didattica, risultati, convenzioni, organizzazione e sviluppi futuri), mentre la seconda, tenuta da Marina Mezzina, presenterà le osservazioni e i problemi provenienti dai partecipanti al Master.

Vi ricordo che secondo l’Art. 5 del nostro Statuto i rappresentanti dei Soci istituzionali, in caso di impedimento a partecipare ai lavori dell'Assemblea, possono essere sostituiti da loro supplenti, mentre un Socio ordinario può delegare un altro Socio ordinario. Nessun membro dell’Assemblea può essere latore di più di due deleghe.

Leggi tutto: Assemblea Annuale GATM - 2017
 

La fase delle iscrizioni alla Terza Edizione del Master si è conclusa con un risultato positivo. Abbiamo avuto complessivamente 15 iscritti e a breve ci sarà la conferma dell'attivazione del Master per il terzo anno consecutivo. Fino all'inizio delle lezioni (che si terrà al Conservatorio di Como il 3-5 febbraio) c'è ancora la possibilità di iscriversi ma occorre attivare una procedura speciale; gli eventuali interessati devono inviare al più presto una richiesta all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. chiedendo l'apertura di una procedura speciale.

Il Master è un titolo universitario spendibile nelle graduatorie della scuola e dei licei come titolo specifico e vale d 1 a 3 punti. Il Master in Analisi e Teoria Musicale è organizzato dall'Università della Calabria in collaborazione con il Gruppo Analisi e Teoria Musicale, con tre conservatori italiani (Salerno, Como e l'ISSM di Rimini), tre università (Calabria, Roma La Sapienza e Cagliari) e tre fondazioni musicali (Istituto Liszt, Isabella Scelsi e Antonio Manes). 

L'offerta formativa, comprendente dieci corsi principali e alcuni progetti finalizzati, è organizzata in lezioni in presenza, in videoconferenza e in dispense. Le lezioni in presenza si terranno prevedibilmente nei Conservatori di Como e di Salerno, alla Fondazione Liszt di Bologna, all'Università La Sapienza di Roma e alla Fondazione Scelsi di Roma. Le lezioni in videoconferenza si potranno seguire da casa in diretta o successivamente in registrata. La conclusione del Master prevede una tesi di ricerca seguita da un relatore e un correlatore.

 

 
Parte prima: Il concetto base
 
Logica di fondo 
 
AEC ritiene che la ricerca ha un importante ruolo da svolgere nella vita e nel funzionamento operativo dei conservatori, in quanto mezzo per promuovere la comprensione e lo sviluppo delle arti musicali. Allo stesso tempo, AEC riconosce che non tutti i conservatori, necessariamente, vorranno partecipare a dichiarate attività di ricerca, né tutti vorranno attribuire la denominazione di ‘ricerca artistica’ a ciò che fanno. Link al documento completo
 

Schenker's Formenlehre, edited by / a cura di Alessandro Cecchi

Sommario:

  • Alessandro CecchiGuest Editor's Note / Nota del curatore
  • Jason HooperAn Introduction to Schenker's Early Formenlehre: Implications for His Late Work (abstract)
  • Marc RigaudièreSome Considerations on Schenker's Position in the FormenlehreTradition (abstract)
  • Frank SamarottoThe Urlinie, Melodic Energies, and the Dynamics of Inner Form (abstract)
  • Alessandro CecchiLooking beyond the Surface: Form, Force and Structure in Kurth and Schenker (abstract)
  • Nicolas Meeùs, Formenlehre in Der freie Satz: A Transformational Theory (abstract)
  • Christopher BrodyThe Independence of Structural Parameters in Schenkerian Accounts of Tonal Form (abstract)
  • Steven D. MathewsEvaluating Schenkerian Analysis as a Complement to Sonata Theory, Formal Functions and Italian Schemata (abstract)
  • Joel GalandSome Schenkerian Implications for Sonata Theory (abstract)
 
FaLang translation system by Faboba