Il Convegno, giunto quest’anno alla sua undicesima edizione, propone due tavole rotonde e cinque sessioni di studio dedicate alla ricerca teorico-analitica e all’approfondimento sui diversi repertori della tradizione occidentale. Alle sessioni sulle composizioni tonali del tardo Ottocento e sui diversi repertori del Novecento, quasi sempre presenti all’interno dei nostri convegni, quest’anno si aggiungono due incontri particolarmente interessanti. Il primo incontro riguarda l’indagine sulle metodologie analitiche nei settori della didattica e della formazione musicale; il secondo propone invece una riflessione sugli aspetti teorico-analitici nello studio della musica negli audiovisivi.

La prima tavola rotonda, dal titolo “Prima della rivoluzione sonora”: la dimensione audiovisiva tra cinema e televisione nel secondo dopoguerra,si concentrerà sul tema dell’analisi dell’audiovisivo in un periodo cruciale del suo sviluppo, in cui istanze differenti richiedono una sintesi tra convenzioni già stabilite e la necessità di nuove risorse espressive. La discussione sarà articolata alternando momenti di riflessione metodologica alla sintetica presentazione di casi di studio indicativi delle trasformazioni in atto in una prospettiva intermediale.

La tavola rotonda che conclude il nostro Convegno, dal titolo Monteverdi tra polifonia e monodia: ricerche e prospettive analitiche, intende proporre una riflessione sul percorso stilistico di uno tra i più importanti compositori italiani della fine del Rinascimento. I diversi relatori descriveranno le caratteristiche e gli elementi stilistici distintivi della produzione di Monteverdi partendo dalle partiture proposte nei quattro concerti organizzati quest’anno dalla Sagra Malatestiana: dalla produzione profana, testimoniata dai madrigali su testi di autori italiani come Petrarca e Giovanni Battista Marino, fino alle composizioni contenute nell’ultima opera pubblicata in vita, la Selva morale e spirituale, la sua più voluminosa raccolta sacra e il compendio di una carriera trentennale come maestro di cappella della Basilica di San Marco. L’incontro intende approfondire non solo gli aspetti estetici e stilistici delle composizioni monteverdiane ma anche fare il punto sullo stato della ricerca analitica e metodologica anche in riferimento ai problemi legati all’interpretazione della sua musica e al contesto teorico-stilistico dell’epoca.

Il Convegno è riservato agli iscritti del GATM, agli studenti e ai docenti dell'Istituto Lettimi. L’iscrizione al GATM coincide con l’abbonamento annuale alla Rivista di Analisi e Teoria Musicale e si può effettuare sul sito del GATM (http://www.gatm.it/), su quello della LIM (http://www.lim.it/) o, nei giorni del Convegno, presso l'Istituto Lettimi.

Da giovedì pomeriggio sarà attiva una Segreteria per l'accoglienza dei partecipanti, per l'iscrizione all'Associazione e per richiedere l'Attestato di partecipazione; inoltre nei giorni del Convegno sarà allestito un banco libri dove acquistare le nostre pubblicazioni.

Scarica il programma del convegno

 

Comitato Scientifico del Convegno

Mario Baroni, Alessandro Bratus, Domenico Colaci, Rossana Dalmonte, Gian Luca Gardini, Ignazio Macchiarella, Enrico Meyer, Susanna Pasticci, Egidio Pozzi, Lorenzo Rinaldi, Giorgio Sanguinetti

Attestato di Partecipazione

Chi desidera l’Attestato di partecipazione, che sarà rilasciato al termine dei lavori, dovrà preventivamente richiederlo alla Segreteria del Convegno al momento dell’iscrizione.

Autorizzazione Ministeriale

Per i lavori del Convegno è stata richiesta al Ministero dell’Università e della Ricerca l’autorizzazione all’esonero dal servizio per i docenti.

Facilitazioni

Convenzioni con hotel e ristoranti possono essere richieste alla Segreteria dell'Istituto "G. Lettimi".

 

GIOVEDI’  23  OTTOBRE  2014 - ore 13.30

Accoglienza, iscrizione relatori e partecipanti

Saluto degli organizzatori e delle Autorità

 

Prima Sessione - ore 14.00

Novecento I
Presidente: Massimiliano Locanto(Università di Salerno)

Piero Venturini - Il periodo e le sue funzioni nella musica strumentale di Webern

Fabio De Sanctis De Benedictis - Analisi dell'orchestrazione: punti di riferimento in itinere

Nicolò Palazzetti - L’ondata bartokiana nella cultura musicale italiana del dopoguerra: analisi del Quartetto giovanile (1943-45) di Bruno Maderna

Emilia Conforti – Innocenzo De Gaudio - Le “kalimere” e i canti della Passione tra gli Arbëreshë di rito bizantino della Calabria

 

Seconda Sessione - ore 16.45

La didattica e i compositori:approcci e metodologie
Presidente: Mario Baroni (Università di Bologna)

Anna Maria Bordin – Carla Rebora - L’analisi dei compositori e l’analisi dei didatti: Minor Seconds and Major Sevenths e The Night’s Music di Bela Bartók

Giovanni Cappiello - L’andamento dei piani tonali nella forma-sonata. Approccio ad una illustrazione divulgativa

Anna Maria Bordin – Giuseppe Sellari - La formazione pianistica di base: indagine pedagogica e analitica sulle metodologie in uso in Italia

Elisabetta Piras - Emile Jaques-Dalcroze: Legami tra attività compositiva e metodo didattico

 

VENERDI’  24  OTTOBRE  2014

Terza Sessione - ore 9.00

Novecento II
Presidente:  Susanna Pasticci (Università di Cassino)

Vanna Lovato - Da Seven Nation Army a Po po po, e ritorno: storia e analisi di uno ‘strano’ successo discografico

Claudio Cosi - Sull’origine del basso cromatico discendente nel linguaggio armonico di Tom Jobim: il caso emblematico di Hino ao Sol (1954)

Luca Marconi - Il silenzio in alcuni brani di popular music

Giuseppe Sergi - Il jazz strumentale e il dialogo fra composizione e improvvisazione. Aspetti performativi nella musica del Wayne Shorter Quartet

Marco Lutzu - “Le ragioni delle scelte”: alcune riflessioni verso l’elaborazione di un modello per l’analisi della performance

Jacopo Conti – Errico Pavese - Gruppo di ricerca sulla popular music in Italia negli anni ottanta. Un case study: le canzoni di Sanremo

 

Quarta Sessione - ore 14.30

Epoca romantica e primo Novecento: analisi e strutture tonali
Presidente: Rossana Dalmonte (Fondazione Istituto Liszt)

Erica Bisesi – Mario Baroni – Richard Parncutt – Andreas Fuchs - Un approccio computazionale all’analisi comparata di aspetti armonici e tonali lungo l’arco della produzione pianistica di Schubert, Wagner, ultimo Liszt e primo Schoenberg

Antonio Grande - Strutture tonali da una prospettiva neo-riemanniana: Liszt e Scriabin

Ida Zicari - La Dante Sonata di Liszt, dai manoscritti GSA 60/I 17 e GSA 60/I 13 alla versione pubblicata: un cammino verso la “musica poetica”

Catello Gallotti - Le tipologie di temi con interruzione: un’indagine sull’interazione tra disegno formale-funzionale e condotta delle voci strutturale

Alessandro Cecchi - Verso un’analisi dei parametri secondari: il ruolo strutturale dei punti culminanti nelle sinfonie di Bruckner e Mahler

 

Tavola Rotonda - ore 18.30

“Prima della rivoluzione sonora”: la dimensione audiovisiva tra cinema e televisione nel secondo dopoguerra - ore 18.30
Presidente: Alessandro Bratus (Università di Pavia)

Partecipanti: Gianmario Borio (Università di Pavia), Francesco Di Chiara (Università Telematica eCampus), Elena Mosconi (Università di Pavia), Gaia Varon (Università Cattolica del Sacro Cuore)


SABATO  25  OTTOBRE  2014

Quinta Sessione - ore 9.00

Musica e audiovisivo: teoria e applicazioni analitiche
Presidente: Marco Lutzu (Università Ca’ Foscari di Venezia)

Giovanni Perino - La lente intersemiotica. Implicazioni semio-musicali negli audiovisivi

Innocenzo De Gaudio – Elisabetta Salatino - Le Ballet mécanique: dal fotogramma alla struttura ritmico–musicale

Roberta De Piccoli - L’Adagio dal Concerto per pianoforte e orchestra in Mib mag n. 5 - L’imperatore di L. van Beethoven nel film Il ragazzo con la bicicletta (2011)

 

Tavola Rotonda - ore 11.30

Monteverdi tra polifonia e monodia: ricerche e prospettive analitiche
Presidente: Massimo Privitera (Università di Palermo)

Partecipanti: Christophe Georis (Université catholique de Louvain), Stefano La Via (Università di Pavia)

FaLang translation system by Faboba

ANVUR luglio 2018: INSERIMENTO DELLA NOSTRA RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE TRA LE RIVISTE DI CLASSE A

La RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE (RATM) è stata inclusa dall'ANVUR nell'elenco delle riviste di CLASSE A per l'Area 10 Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. L'aggiornamento è stato pubblicato sul sito dell'ANVUR il 31 Ottobre 2018 ed è attivo da Luglio 2018.

La Rivista di Analisi e Teoria Musicale è una rivista peer reviewed fondata nel 1994 dal GATM. Sulla rivista sono pubblicati studi in lingua italiana e inglese, dedicati all'analisi di repertori e pratiche musicali di ogni periodo storico, genere, stile e provenienza geografica.

La Rivista pubblica articoli originali, caratterizzati da ampiezza di articolazione e analisi critica, completezza delle fonti e rigore dell'informazione bibliografica; comprende inoltre una sezione dedicata a brevi interventi sulla didattica dell'analisi e una rubrica di recensioni. Oltre ad accogliere le proposte degli studiosi, la Rivista promuove la pubblicazione di volumi monografici dedicati a questioni teoriche e metodologiche di particolare rilievo nel panorama degli studi internazionali.