«Melodia semplice, ritmo chiaro»?  Alcune (ri)considerazioni sul tòpos del crescendo rossiniano

Federico Gon

Rossini’s crescendo is a sort of trademark of its author, an expedient copied – and abused – by generations of composers, because – apparently – it is easy to im­itate and it has a strong impact on the listeners. The mechanism that allows the real working of Rossini’s crescendo is much more ingenious and sly than we could think, absolutely not comparable with the famous aphorism “simple melody – clear rhythm” with which Rossini himself described his own way of composing. Starting from others scholars’ fundamental contributions (foremost, Philip Gos­sett), this article proposes an analysis of the functional characteristics that build the crescendo and which diversify it from other similar uses (for example, previous historical uses as in the “Mannheim school” or contemporary, developed by com­posers like Stefano Pavesi, Ferdinando Paër, Johann Simon Mayr and Giuseppe Mosca). Furthermore, it highlights the models that may have influenced Rossini within the field of Italian Opera and the Wiener Klassik of Wolfgang Amadeus Mozart and, above all, of Joseph Haydn.

FaLang translation system by Faboba

ANVUR luglio 2018: INSERIMENTO DELLA NOSTRA RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE TRA LE RIVISTE DI CLASSE A

La RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE (RATM) è stata inclusa dall'ANVUR nell'elenco delle riviste di CLASSE A per l'Area 10 Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. L'aggiornamento è stato pubblicato sul sito dell'ANVUR il 31 Ottobre 2018 ed è attivo da Luglio 2018.

La Rivista di Analisi e Teoria Musicale è una rivista peer reviewed fondata nel 1994 dal GATM. Sulla rivista sono pubblicati studi in lingua italiana e inglese, dedicati all'analisi di repertori e pratiche musicali di ogni periodo storico, genere, stile e provenienza geografica.

La Rivista pubblica articoli originali, caratterizzati da ampiezza di articolazione e analisi critica, completezza delle fonti e rigore dell'informazione bibliografica; comprende inoltre una sezione dedicata a brevi interventi sulla didattica dell'analisi e una rubrica di recensioni. Oltre ad accogliere le proposte degli studiosi, la Rivista promuove la pubblicazione di volumi monografici dedicati a questioni teoriche e metodologiche di particolare rilievo nel panorama degli studi internazionali.