La ricezione di Luigi Dallapiccola nella musica di Luciano Berio: alcune osservazioni analitiche

Angela Carone

Like other composers of his generation, Luciano Berio recognized Luigi Dallapiccola as the central figure who brought younger Italian composers in closer contact with the twelve-tone technique. In 1952 he spent six weeks at the Berkshire Music Festival (Tanglewood) to attend composition lessons with Dallapiccola. The two shared a common interest in James Joyce, the writer who had a major impact on both composers and about whom Dallapiccola had already written in 1950, illustrating the “musical” aspects of Joyce’s prose; Berio’s radio documentary Omaggio a Joyce (1958) was one of the outcomes of his reading of Dallapiccola’s text. This article argues that even though Berio distanced himself from the twelve-tone canonic principles typical of Dallapiccola’s music, he took and developed them further, alongside the gestural dimension presents in Dallapiccola’s pieces. Indeed, the analysis of some of Berio’s scores will reveal the presence of procedures, such as rhythmic and Klangfarben-canons on a fixed pitch rather than involving canonic imitation of entire blocks of material, that are very similar to the techniques employed by Dallapiccola.

FaLang translation system by Faboba

ANVUR luglio 2018: INSERIMENTO DELLA NOSTRA RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE TRA LE RIVISTE DI CLASSE A

La RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE (RATM) è stata inclusa dall'ANVUR nell'elenco delle riviste di CLASSE A per l'Area 10 Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. L'aggiornamento è stato pubblicato sul sito dell'ANVUR il 31 Ottobre 2018 ed è attivo da Luglio 2018.

La Rivista di Analisi e Teoria Musicale è una rivista peer reviewed fondata nel 1994 dal GATM. Sulla rivista sono pubblicati studi in lingua italiana e inglese, dedicati all'analisi di repertori e pratiche musicali di ogni periodo storico, genere, stile e provenienza geografica.

La Rivista pubblica articoli originali, caratterizzati da ampiezza di articolazione e analisi critica, completezza delle fonti e rigore dell'informazione bibliografica; comprende inoltre una sezione dedicata a brevi interventi sulla didattica dell'analisi e una rubrica di recensioni. Oltre ad accogliere le proposte degli studiosi, la Rivista promuove la pubblicazione di volumi monografici dedicati a questioni teoriche e metodologiche di particolare rilievo nel panorama degli studi internazionali.