Dissenting Variations. The Rhetoric of New Musicology

Massimiliano Locanto

In this article the paradigm shift which musicology underwent between the 1980s and ’90s in the United States – the so-called New Musicology – is described in terms of an expression of protest towards the conservative politics to which postwar American “old” musicology was said to be linked. In the first section the system of consent against which the new musicologists reacted is described. Subsequently some rhetorical strategies used in their critique of “old” musicology are highlighted. The essay deals with two authors, whose writings have been decisive for the general outcome of New Musicology: Joseph Kerman and Rose Rosengard Subotnik. In particular it aims to demonstrates how disciplinarity can be a battleground for opposing political views and how scientific dissent makes use of rhetorical strategies meant to undermine the institutionalized systems of scholarly consent. In the end, the article shows how the new musicologists’ criticism was not conceived as a radical protest. It was rather an expression of dissent in a truly democratic sense: in the interests of a mediation and negotiation between a range of values, assumptions and standpoints. As such, it was indeed more a “set of variations” elaborated on the fundamental categories of thought of traditional musicology than an uncompromising and radical negation.

FaLang translation system by Faboba

ANVUR luglio 2018: INSERIMENTO DELLA NOSTRA RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE TRA LE RIVISTE DI CLASSE A

La RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE (RATM) è stata inclusa dall'ANVUR nell'elenco delle riviste di CLASSE A per l'Area 10 Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. L'aggiornamento è stato pubblicato sul sito dell'ANVUR il 31 Ottobre 2018 ed è attivo da Luglio 2018.

La Rivista di Analisi e Teoria Musicale è una rivista peer reviewed fondata nel 1994 dal GATM. Sulla rivista sono pubblicati studi in lingua italiana e inglese, dedicati all'analisi di repertori e pratiche musicali di ogni periodo storico, genere, stile e provenienza geografica.

La Rivista pubblica articoli originali, caratterizzati da ampiezza di articolazione e analisi critica, completezza delle fonti e rigore dell'informazione bibliografica; comprende inoltre una sezione dedicata a brevi interventi sulla didattica dell'analisi e una rubrica di recensioni. Oltre ad accogliere le proposte degli studiosi, la Rivista promuove la pubblicazione di volumi monografici dedicati a questioni teoriche e metodologiche di particolare rilievo nel panorama degli studi internazionali.