Anno XV, 2009/1
Composizione e improvvisazione nella scuola napoletana del Seicento, a cura di G. Stella

  • La formazione del musicista nel xviii secolo: il “modello” dei Conservatori napoletani (Rosa Cafiero), pp. 5-25
  • The perfection of craft training in the Neapolitan Conservatories (Robert O. Gjerdingen), pp. 26-51
  • La scala come modello per la composizione (Giorgio Sanguinetti), pp. 52-67
  • Una chiave per comprendere la prassi del partimento: la sonata Perfidia di Francesco Durante (Nicoleta Paraschivescu), pp. 68-96
  • I Solfeggi di Leo e lo studio della forma nella scuola napoletana del Settecento (Paolo Sullo), pp. 97-115
  • Le Regole del Contrappunto pratico di Nicola Sala: una testimonianza sulla didattica della fuga nel Settecento napoletano (Gaetano Stella), pp. 116-138

 

 

Anno XV, 2009/2 

  • Ritmo e analisi lineare. La tecnica di riduzione delle durate (Carl Schachter, trad. di Catello Gallotti), pp. 7-53
  • La forma secondo una prospettiva schenkeriana (David Gagné, trad. di Claudia Jane Scroccaro), pp. 45-77
  • La cifratura ideale degli accordi: sistemi teorici a confronto (Domenico Giannetta), pp. 79-106
  • Metafore sonore: Visage di Luciano Berio (Lelio Camilleri), pp. 107-125
  • Per una grammatica dello stile: considerazioni sulle arie da camera (Mario Baroni e Rossana Dalmonte), pp. 127-162

 

[Per l'acquisto degli arretrati cliccare sull'immagine, sarete diretti al sito della casa editrice LIM]

FaLang translation system by Faboba

ANVUR luglio 2018: INSERIMENTO DELLA NOSTRA RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE TRA LE RIVISTE DI CLASSE A

La RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE (RATM) è stata inclusa dall'ANVUR nell'elenco delle riviste di CLASSE A per l'Area 10 Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. L'aggiornamento è stato pubblicato sul sito dell'ANVUR il 31 Ottobre 2018 ed è attivo da Luglio 2018.

La Rivista di Analisi e Teoria Musicale è una rivista peer reviewed fondata nel 1994 dal GATM. Sulla rivista sono pubblicati studi in lingua italiana e inglese, dedicati all'analisi di repertori e pratiche musicali di ogni periodo storico, genere, stile e provenienza geografica.

La Rivista pubblica articoli originali, caratterizzati da ampiezza di articolazione e analisi critica, completezza delle fonti e rigore dell'informazione bibliografica; comprende inoltre una sezione dedicata a brevi interventi sulla didattica dell'analisi e una rubrica di recensioni. Oltre ad accogliere le proposte degli studiosi, la Rivista promuove la pubblicazione di volumi monografici dedicati a questioni teoriche e metodologiche di particolare rilievo nel panorama degli studi internazionali.