Attivita'

Sebbene l’approfondimento teorico e la ricerca analitica abbiano dato un contributo importante alla ricerca, l’indagine sulle pratiche musicali legate all'improvvisazione è ancora lontana dall'essere esaurita. Per questi motivi il Gruppo Analisi e Teoria Musicale ha deciso di dedicare il Seminario di quest’anno a questi temi, presentando alcuni tra i più interessanti e apprezzati studiosi italiani.

La partecipazione al Seminario è riservata ai soci del GATM in regola con la quota annuale del 2014 e ai sostenitori dell’Istituto Liszt; il servizio di Segreteria, per il rinnovo delle iscrizioni, è attivo dalle ore 10.00. Chi desidera l’Attestato di partecipazione dovrà preventivamente richiederlo alla Segreteria. Al termine del Seminario è prevista l’Assemblea Annuale del GATM.

Leggi tutto: Le tecniche e gli stili, la teoria, la pratica e la didattica dell'improvvisazione
 

Gruppo Analisi e Teoria Musicale – Istituto Liszt

22 aprile 2012, Via Righi 30, Bologna, ore 10.00

con Sergio Canazza, Giovanni De Poli, Antonio Rodà e Erica Bisesi

 

Il tema del seminario riguarda i problemi di analisi dell'esecuzione musicale, e in particolare propone un aggiornamento sui metodi di "simulazione informatica", mediante programmi di computer, di esecuzioni "espressive" di un brano musicale. Esistono nel mondo alcuni centri di ricerca in cui si stanno elaborando teorie su che cosa sia l'espressività in musica e con quali caratteristiche si manifesti nell'esecuzione. Uno di questi gruppi di ricerca ha sede nel Centro di Sonologia Computazionale della Università di Padova (nell'ultimo numero della RATM tre membri del gruppo: De Poli, Canazza, Rodà, hanno scritto un articolo sull'argomento). Di un altro gruppo (che ha sede a Graz – Centro di musicologia Sistematica – e a Stoccolma – KTH ) fa parte la ricercatrice di Udine (Erica Bisesi) che ha presentato una relazione al Convegno Europeo di Analisi Musicale (VII Euromac) che si è tenuto a Roma nell’ottobre scorso (altri membri del gruppo sono Anders Friberg e Richard Parncutt). Gli uni e l'altra hanno accettato di venire a parlarci del loro lavoro e soprattutto a farcene giudicare i risultati con un esempio concreto: l'esempio è quello di un tempo di Sonata per pianoforte di Kuhlau (durata di circa due minuti) per il quale ciascuno dei due gruppi ha elaborato esecuzioni basate su principi teorici e su regole esecutive diverse.

I soci GATM saranno invitati ad ascoltare un certo numero di esecuzioni del brano e ad esprimere su un foglio predisposto un giudizio numerico (un voto) su ciascuna di esse. I presenti saranno anche invitati a compilare un breve questionario preparato da Emery Schubert (psicologo della musica di rinomanza mondiale) sui criteri di valutazione messi in atto nel giudizio.

Nel pomeriggio verranno presentati e discussi i risultati dei criteri di valutazione, verranno individuati gli “autori” delle esecuzioni, e verranno esposti dagli studiosi invitati i procedimenti utilizzati per ottenere i desiderati effetti espressivi.

 

Programma della giornata

ore 10 – 11,15 Prova d’ascolto e votazione

ore 11.30 -14 Assemblea GATM (con l’elezione del nuovo Comitato Scientifico dell’Associazione e l’approvazione dei mutamenti di statuto proposti)

ore 15-17 Discussione dei risultati delle prove d’ascolto e relazioni degli invitati

 

“La Forma musicale come processo: dialogo tra interprete e analista”

Docente: Janet Schmalfeldt (Tufts University, Boston)

26 – 27 Marzo 2010 Auditorium Parco Della Musica, Roma, sala MUSA - Ore 9.30

Che l’analisi sia utile agli esecutori è un’idea che ormai è entrata nel discorso sulla musica a tutti i livelli, dai conservatori, alle università, ai corsi di perfezionamento. E tuttavia gli esecutori – siano essi studenti o professionisti – spesso cercano di evitare, o di rimandare, il loro incontro con l’analisi perché non vedono collegamenti immediati tra la teoria e le sfide che devono affrontare ogni giorno. Questo seminario cerca di considerare le relazioni tra esecuzione ed analisi sotto una prospettiva diversa: non come un rapporto ad una sola direzione – dall’analisi verso l’esecuzione – ma, piuttosto, come un dialogo e una collaborazione reciproca tra musicisti.

 

ANALISI SCHENKERIANA E INTERPRETAZIONE
Docente Carl Schachter

Roma 11- 12 marzo 2009
Auditorium Parco della musica
Museo degli strumenti musicali - Largo Luciano Berio, 3

 

Tra le attività di ricerca promosse dal G.A.T.M. è tradizionalmente presente la formazione di gruppi di studio che riuniscono studiosi che coltivano interessi comuni nel campo dell’analisi e della teoria musicale. Le riunioni sono finalizzate alla conoscenza di metodi analitici e di teorie musicali non ancora diffuse nella scuola italiana e alla ricerca di soluzioni originali a problemi tuttora aperti. I risultati sono resi noti nelle riviste specializzate in forma di articolo personale o di équipe, in relazioni a convegni, partecipazioni a tavole rotonde, pubblicazioni diverse. Tra i temi di ricerca sviluppati negli anni passati ricordiamo quelli sull'analisi schenkeriana, l'analisi e interpretazione, l'analisi nella ricerca etnomusicologica.

Leggi tutto: Gruppi di studio
 

Pagina 7 di 17

<< Inizio < Prec 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Succ > Fine >>
FaLang translation system by Faboba

ANVUR luglio 2018: INSERIMENTO DELLA NOSTRA RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE TRA LE RIVISTE DI CLASSE A

La RIVISTA DI ANALISI E TEORIA MUSICALE (RATM) è stata inclusa dall'ANVUR nell'elenco delle riviste di CLASSE A per l'Area 10 Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. L'aggiornamento è stato pubblicato sul sito dell'ANVUR il 31 Ottobre 2018 ed è attivo da Luglio 2018.

La Rivista di Analisi e Teoria Musicale è una rivista peer reviewed fondata nel 1994 dal GATM. Sulla rivista sono pubblicati studi in lingua italiana e inglese, dedicati all'analisi di repertori e pratiche musicali di ogni periodo storico, genere, stile e provenienza geografica.

La Rivista pubblica articoli originali, caratterizzati da ampiezza di articolazione e analisi critica, completezza delle fonti e rigore dell'informazione bibliografica; comprende inoltre una sezione dedicata a brevi interventi sulla didattica dell'analisi e una rubrica di recensioni. Oltre ad accogliere le proposte degli studiosi, la Rivista promuove la pubblicazione di volumi monografici dedicati a questioni teoriche e metodologiche di particolare rilievo nel panorama degli studi internazionali.