News

Il progetto, realizzato in collaborazione tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca italiano ed il Servizio Tedesco per lo Scambio Accademico, intende favorire la ricerca e la mobilità di studiosi, docenti e musicisti italiani e tedeschi sostenendo finanziariamente lo svolgimento di progetti congiunti, condotti da soggetti appartenenti ad istituzioni universitarie e dell’alta formazione artistica musicale e coreutica. Il finanziamento riguarda esclusivamente le spese di viaggio e alloggio di studiosi e musicisti in Germania e in Italia e deve avere come coordinatori/responsabili del progetto docenti di ruolo delle Università e delle Istituzioni AFAM. La scadenza per la presentazione delle proposte è il 31 luglio 2017.

Link al documento riassuntivo del MIUR

Link al portale per la presentazione delle domande e la consultazione del bando completo.

 

Segnaliamo il call for papers per l'incontro annuale della Société Française d'Analyse Musicale, che si terrà a Parigi il prossimo 17-18 novembre. Il tema monografico di quest'anno è Analyse et création pour l'image, la scadenza per l'invio delle proposte è il 10 settembre. Per tutte le informazioni relative alla preparazione delle proposte e all'organizzazione del convegno, si rimanda al documento completo.

 

Il XIV Convegno Internazionale di Teoria e Analisi Musicale, organizzato dal Gruppo di Analisi e Teoria Musicale (GATM) in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Lettimi", la Sagra Malatestiana e il Comune di Rimini, si terrà a Rimini da giovedì 28 settembre a domenica 1 ottobre 2017. Il Comitato Scientifico del Convegno invita a presentare proposte nell'ambito della teoria e dell'analisi dei repertori, delle pratiche e delle esperienze musicali di qualunque genere, periodo storico o area geografica.

Oltre alle proposte su temi liberi, quest’anno il Convegno intende dedicare un'apposita sessione al tema Prospettive di sviluppo e innovazione degli studi teorico-analitici nei conservatori italiani. La legge di riforma dei Conservatori di musica sta imponendo nuovi modi di pensare le discipline teorico-analitiche, con un forte orientamento verso l’attuazione di percorsi formativi più attenti alle esigenze di crescita culturale degli studenti. Chi desidera partecipare a questa sessione è invitato a presentare proposte mirate alla definizione di uno o più dei seguenti aspetti:

  1. stato attuale della disciplina, finalità e contenuti della teoria e dell'analisi musicale nei percorsi didattici;
  2. esperienze di innovazione didattica e metodologica;
  3. esperienze di ricerca nell’ambito teorico-analitico;
  4. relazioni con gli ambiti musicologici, pratico-performativi e compositivi.
Leggi tutto: XIV Convegno Internazionale di Analisi e Teoria Musicale
 

La fase delle iscrizioni alla Terza Edizione del Master si è conclusa con un risultato positivo. Abbiamo avuto complessivamente 15 iscritti e a breve ci sarà la conferma dell'attivazione del Master per il terzo anno consecutivo. Fino all'inizio delle lezioni (che si terrà al Conservatorio di Como il 3-5 febbraio) c'è ancora la possibilità di iscriversi ma occorre attivare una procedura speciale; gli eventuali interessati devono inviare al più presto una richiesta all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. chiedendo l'apertura di una procedura speciale.

Il Master è un titolo universitario spendibile nelle graduatorie della scuola e dei licei come titolo specifico e vale d 1 a 3 punti. Il Master in Analisi e Teoria Musicale è organizzato dall'Università della Calabria in collaborazione con il Gruppo Analisi e Teoria Musicale, con tre conservatori italiani (Salerno, Como e l'ISSM di Rimini), tre università (Calabria, Roma La Sapienza e Cagliari) e tre fondazioni musicali (Istituto Liszt, Isabella Scelsi e Antonio Manes). 

L'offerta formativa, comprendente dieci corsi principali e alcuni progetti finalizzati, è organizzata in lezioni in presenza, in videoconferenza e in dispense. Le lezioni in presenza si terranno prevedibilmente nei Conservatori di Como e di Salerno, alla Fondazione Liszt di Bologna, all'Università La Sapienza di Roma e alla Fondazione Scelsi di Roma. Le lezioni in videoconferenza si potranno seguire da casa in diretta o successivamente in registrata. La conclusione del Master prevede una tesi di ricerca seguita da un relatore e un correlatore.

 

 

Sono stati pubblicati a fine luglio gli ultimi due numeri della rivista della società di analisi musicale tedesca, curato da Michael Polth, Verena Weidner and Kilian Sprau. La rivista è disponibile gratuitamente ai due link seguenti: 11/1 e 11/2. Di seguitola presentazione dei contenuti dei due numeri:

11/1

Edited by Michael Polth, is a topical issue concerned with the subject of ‘instrumentation’ which is being focused from various points of view, among them historical, analytical and didactical ones. It contains five papers; the abstracts summing up the content of the relative articles are supplied in German and English.

Johannes Kohlmann
Klangfarbe und musikalischer Zusammenhang. Beobachtungen zum Orchestersatz Richard Wagners

Leggi tutto: "Zeitschrift der Gesellschaft fuer Musiktheorie", online i numeri 11/1 e 11/2
 

“Un decorso sonoro integrale”: dall’analisi dei parametri secondari allo studio della complessità musicale

La distinzione tra i cosiddetti “parametri secondari” e “strutturali” della musica in quanto suono organizzato – termine con il quale si indicano tanto caratteristiche del suono come timbro e dinamica, quanto dimensioni compositive come registro, tempo, strumentazione, densità ecc. – rappresenta un nodo teorico centrale del dibattito attuale sull’analisi musicale, sui suoi metodi e scopi. Soprattutto a partire dal confronto con generi e repertori nei quali le gerarchie tra ciò che è “primario” e “secondario” non possono essere date per assodate è emersa l’esigenza di ricorrere a metodologie e strumenti teorici maggiormente raffinati e flessibili. In questo scenario la sempre maggiore rilevanza nel campo degli studi analitici di oggetti di interesse non appartenenti alla tradizione della musica occidentale “d’arte”, così come la revisione di paradigmi metodologici consolidati alla luce degli studi di impronta cognitiva e percettiva, segnalano una nuova consapevolezza della complessità degli oggetti sonori.

Studiosi e musicisti sono invitati a inviare le loro proposte per un breve intervento (massimo 4.000 parole) che vada a toccare i temi delineati nei punti precedenti. Gli interessati sono invitati a registrarsi sul sito web di Analitica e a proporre alla Redazione un abstract del loro contributo (1.500 caratteri, più un breve profilo biografico di 600 caratteri) entro il 31 marzo 2015. Il testo completo si trova al seguente link.

 
FaLang translation system by Faboba