Home » Pubblicazioni » Rivista di Analisi e Teoria Musicale (RATM) » Anno 2009/2 » La forma secondo una prospettiva schenkeriana

La forma secondo una prospettiva schenkeriana

David Gagné - pag. 45-77

Il termine “forma” si riferisce, nel suo significato più generico, all’organizzazione di un brano musicale o di un movimento. Secondo una delle sue definizioni, «essa riguarda la disposizione degli elementi in un brano musicale ai fini di renderlo coerente (o comprensibile) per l’ascoltatore, che potrebbe essere in grado di riconoscere, per esempio: (1) un tema ascoltato in precedenza nel brano, o (2) un cambio di tonalità che stabilisce un legame tra due parti della stessa composizione [...] In ogni modo, il termine “forma” è principalmente utilizzato in riferimento a un piano strutturale di un singolo movimento: le definizioni come binario, ternario, ritornello, sonata, rondò e variazione stanno a definire particolari schemi formali» [Sadie 1988, 266].

Premium document:

Acquista